Le prospettive future del CVBF. Intervista a Donato Bonifazi

Le prospettive future del CVBF. Intervista a Donato Bonifazi

Alla fine dello scorso anno, il Consorzio per Valutazioni Biologiche e Farmacologiche (CVBF) è stato incluso nel report Financial Times (FT) 1000, una classifica di aziende di 31 paesi europei che hanno raggiunto la maggiore crescita in Europa tra il 2013 e il 2016. Abbiamo chiesto a Donato Bonifazi, amministratore delegato del Consorzio, quali sono le prospettive future e i progetti per il CVBF: “CVBF focalizza le sue principali attività in tre aree, la ricerca clinica, l’innovazione e l’advocacy. Attualmente l’obiettivo è rafforzare le competenze nell’area della ricerca clinica e allo stesso tempo promuovere l’approccio “from bench to bedside”, per una rapida traduzione dei risultati della ricerca a beneficio dei pazienti, principalmente nell’area delle malattie pediatriche e rare “.

In particolare, quali saranno le principali sfide previste nel futuro del CVBF? “Poiché il più importante campo di attività di CVBF è la ricerca pediatrica, stiamo lavorando alla formazione della futura Infrastruttura di Ricerca Traslazionale Pediatrica interamente dedicata alla ricerca pediatrica e allo sviluppo di farmaci pediatrici che integra aspetti innovativi e tecnologici nei diversi domini scientifici: Drug Discovery di farmaci pediatrici, Studi preclinici, biomarcatori pediatrici, farmacologia pediatrica, formulazione farmaceutica e dispositivi medici.

Quali sono le principali competenze del CVBF che giocano un ruolo chiave nello scenario Italiano ed Europeo? “L’area di ricerca clinica è composta da professionisti qualificati in grado di svolgere tutte le attività CRO, dal monitoraggio al quality assurance, dalla farmacovigilanza alla biostatistica. La promozione della formazione all’interno di CVBF e nei confronti di ricercatori, autorità di regolamentazione e pazienti, è fondamentale per garantire esperti qualificati, rimanere sempre in gioco ed essere in grado di seguire le trasformazioni globali in un ambiente che cambia rapidamente.”

2019-09-16T09:46:33+00:00 16/09/2019|Categories: News & Eventi|