“Le nuove sfide e frontiere nella scoperta e nello sviluppo di farmaci pediatrici”: un nuovo capitolo è online!

“Le nuove sfide e frontiere nella scoperta e nello sviluppo di farmaci pediatrici”: un nuovo capitolo è online!

Un capitolo dedicato alle prospettive future relative alla scoperta e sviluppo di farmaci pediatrici, scritto dagli esperti del Consorzio per Valutazioni Biologiche e Farmacologiche (CVBF) e TEDDY – European Network of Excellence, Angelica Intini, Donato Bonifazi e Giovanni Migliaccio, è stato appena pubblicato on-line e sarà incluso nel libro “Drug Discovery and Development – New Advances”, pubblicato da IntechOpen, uno dei principali editori open access al mondo.

Il capitolo, intitolato “Le nuove sfide e frontiere nella scoperta e nello sviluppo di farmaci pediatrici”, offre una panoramica sull’ampio percorso di scoperta e sviluppo di farmaci per bambini e mette in evidenza le sfide e le nuove frontiere di ciascuna fase di questo processo,  dalla scoperta allo sviluppo preclinico e clinico, inoltre fornisce cenni sulle modalità di scoperta e l’importanza di biomarcatori pediatrici, sulla formulazione dei farmaci più adatta all’età pediatrica, sulla gravidanza e sulla farmacologia perinatale e sui modelli farmacologici in silico.

La scoperta e lo sviluppo dei farmaci rappresenta un lungo processo che inizia con l’identificazione di nuove molecole target (fase di scoperta), passando attraverso studi su microrganismi e animali (sviluppo preclinico) e infine testando i nuovi farmaci nella popolazione target (sviluppo clinico) per portarli al mercato (autorizzazione e commercializzazione). Come sottolineato dagli autori, i pediatri somministrano regolarmente farmaci “off-label” (farmaco non specificamente approvato per l’uso nei bambini), sebbene sia noto che i bambini rispondono ai farmaci in modo molto diverso rispetto agli adulti in termini di sicurezza ed efficacia, questo spiega perché un nuovo farmaco destinato ai pazienti pediatrici dovrebbe essere specificamente testato nei bambini stessi in studi clinici controllati.

La mancanza di disponibilità di farmaci adeguati per i bambini può essere ricondotta a ragioni etiche, pratiche ed economiche. Molte iniziative sono state intraprese nel corso degli anni, anche a livello istituzionale, per promuovere una “buona ricerca” in campo pediatrico, che prenda in considerazioni i bisogni dei bambini e allo stesso tempo li preserva da rischi inutili. CVBF e TEDDY Network sono sempre state proattivi in tal senso, promuovendo iniziative e studi per l’integrazione delle attività di ricerca farmacologica pediatrica e contribuendo allo sviluppo di farmaci sicuri ed efficaci per i bambini.

Il capitolo è disponibile a questo link.

2019-05-02T10:53:09+00:00 02/05/2019|Categories: News & Eventi|