paediatric clinical research @it

16 °Conferenza Pediatrica, 14 – 15 Ottobre, 2016 (Albania): alcune anticipazioni…

Il 14-15 Ottobre, 2016 la città di Tirana (Albania) ospiterà la sedicesima Conferenza Nazionale di Pediatria promossa dall’Albanian Pediatric Society (APS) che vedrà la partecipazione di personalità internazionali di spicco in campo pediatrico. La conferenza ha lo scopo di sottolineare l’importanza della pediatria nel sistema sanitario nazionale e affrontare i problemi concernenti i medici che lavorano ogni giorno con i bambini. Abbiamo discusso della conferenza con la Prof.ssa Anila Godo, Presidente dell’Albanian Pediatric Society (APS) e con la Prof.ssa Adriana Ceci e il dott. Donato Bonifazi che prenderanno parte all’evento. […]

2017-12-16T12:28:30+00:00 16/12/2017|Categories: News & Eventi|Tags: |

Verso medicinali pediatrici migliori: il progetto PedCRIN crea l’infrastruttura di ricerca

PARIGI (31 gennaio 2017) –  L’infrastruttura per la ricerca clinica europea ECRIN (European Clinical Research Infrastructure Network) ha annunciato il lancio del progetto PedCRIN (Paediatric Clinical Research Infrastructure Network). […]

SAVE THE DATE- AICRO – Milano, 12 novembre 2015

Il 12 Novembre 2015 l’Associazione Italiana Contract Reseach Organisation (AICRO) organizzerà a Milano, presso l’Hotel Principe di Savoia, l’evento dal titolo Le “sfumature” della ricerca clinica in Italia, una giornata dedicata alla ricerca clinica che affronterà tematiche molto attuali sull’evolversi delle modalità di gestione delle sperimentazioni cliniche in Europa e in Italia in particolare. La sessione pomeridiana sarà imperniata sulle caratteristiche metodologiche e cliniche degli studi in Pediatria e Geriatria. […]

2017-12-28T02:09:37+00:00 14/10/2015|Categories: News & Eventi|Tags: |

“Clinical Trial Application in Europe: What Will Change with the New Regulation?”: pubblicato sul Science and Engineering Ethics journal

L’articolo “Clinical Trial Application in Europe: What Will Change with the New Regulation?”promosso dal Consorzio per Valutazioni Biologiche e Farmacologiche (CVBF) è stato pubblicato lo scorso 3 Giugno 2015 sulla rivista Science and Engineering Ethics. Gli autori (Viviana Giannuzzi, Annagrazia Altavilla, Lucia Ruggieri e Adriana Ceci), hanno affrontato le sfide derivanti dai cambiamenti al quadro europeo sulla sperimentazione clinica dei farmaci per uso umano. In questo lavoro, sono state analizzate le norme europee che disciplinano la Clinical Trial Application, affrontando questioni quali la ricerca pediatrica e le sperimentazioni che coinvolgono i paesi non-Europei. Gli autori hanno sottolineato la necessità di superare la mancanza di un’armonizzazione delle procedure sulla sperimentazione clinica tra i paesi, aspetto che sta acquisendo sempre più importanza a causa del numero crescente di studi multicentrici e multinazionali. Per maggiori informazioni, tramite questo link è possibile accedere all’articolo.

2017-12-28T02:15:27+00:00 07/08/2015|Categories: News & Eventi|Tags: , |

Il CVBF è amico della Giornata delle Malattie Rare

La campagna "Rare Disease Day" è giunta, il 28 febbraio 2015, alla sua 8° edizione, portando ancora una volta l'attenzione del pubblico sulle malattie rare, tema di grande interesse in campo medico, politico e istituzionale. L'iniziativa è stata fondata da EURORDIS e dal Council of National Alliances nel 2008, innescando, da allora, una serie di eventi correlati in tutto il mondo e trasformando velocemente una campagna europea in un evento di advocacy di fama mondiale che si distingue per la lotta all’ignoranza eil potenziamento di nuove collaborazioni per una migliore comprensione e trattamento delle malattie rare. Il Rare Disease Day ha contribuito notevolmente al progresso di piani e politiche per le malattie rare in molti Paesi. Il tema di quest'anno, "Living with a rare disease", mira a porre all’attenzione collettiva gli sforzi compiuti dai pazienti affetti da malattie rare, dalle loro famiglie ed amici. Lo slogan Day-by-day, hand-in-hand  tratto dall' Official Rare Disease Day 2015 Video, evoca la solidarietà tra famiglie, organizzazioni e comunità di pazienti. Il CVBF ha accolto con entusiasmo questa iniziativa, diventando un “amico del Rare Disease Day”e mostrando sul suo sito ufficiale il proprio sostegno a questa iniziativa. Il CVBF è orgoglioso di aver preso parte al Rare Disease Day, dedicando i propri sforzi per migliorare il sistema sanitario, la ricerca e la diagnosi e per fornire un trattamento migliore e una migliore gestione delle malattie rare.

2017-12-28T02:24:14+00:00 02/03/2015|Categories: News & Eventi|Tags: |

Conferenza stampa presso UniBA

Lo scorso 10 dicembre 2014, si è tenuta presso il Rettorato dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro la conferenza stampa per la sottoscrizione dell'Accordo Quadro di Collaborazione Scientifica tra l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, il Consorzio per Valutazioni Biologiche e Farmacologiche (CVBF) e la Fondazione per la Ricerca Farmacologica Gianni Benzi Onlus (FGB). In questa occasione il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Bari, Prof. Antonio Felice Uricchio , il Dott. Donato Bonifazi, Amministratore Delegato del Consorzio per Valutazioni Biologiche e Farmacologiche e la Prof.ssa Ceci in qualità di Presidente della Fondazione Gianni Benzi Onlus, si sono impegnati a collaborare nello svolgimento delle attività di ricerca scientifica previste nell’ambito dei progetti europei finanziati dalla Commissione Europea (Settimo Programma Quadro Europeo e Programma Salute), nei quali la Fondazione ed il Consorzio sono coinvolti. In particolare, le attività di ricerca scientifica saranno realizzate con la collaborazione dei seguenti dipartimenti dell’Università di Bari Aldo Moro: Dipartimento di Scienze biomediche e oncologia umana; Dipartimento di Farmacia – Scienze del Farmaco; Dipartimento di Bioscienze, Biotecnologie e Biofarmaceutica; Dipartimento di Scienze mediche di base, neuroscienze e organi di senso; Dipartimento di Scienze Politiche.

2017-12-28T02:25:27+00:00 20/01/2015|Categories: News & Eventi|Tags: , |

13° Rapporto nazionale sulla Sperimentazione Clinica dei medicinali in Italia 2014

L’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ha pubblicato il 13° Rapporto nazionale sulla Sperimentazione Clinica (SC) dei medicinali in Italia, che contiene i dati relativi a tutto il 2013 e offre una fotografia degli studi clinici condotti nel nostro Paese, evidenziando la presenza di Centri che svolgono sperimentazione clinica in ambito farmacologico, le tipologie di ricerche condotte e la distribuzione dei Comitati Etici. Nonostante la crisi economica globale europea che ha portato nel 2013 ad un netto calo del numero delle SC e del numero stesso dei pazienti arruolati in Europa, l'Italia ha mantenuto le proprie quote nell'ambito della ricerca con 623 SC valutate dall’AIFA nel 2013. Tra queste, più del 10% sono di fase I (soprattutto studi in campo onco-ematologico) mentre le cosiddette early phases I e II, si attestano al 45% (rispetto al 43% dello scorso anno) sul totale delle SC. L'area terapeutica più coinvolta nella ricerca clinica è l'oncologia (35%), seguita con notevole distacco da quella cardiovascolare (8,6%), delle malattie del sistema nervoso (6,9%) e del sistema ematico e linfatico (5,1%). I principi attivi coinvolti sono di sintesi chimica nel 70% dei casi e per il 30% di produzione biologica o biotecnologica. Gli obiettivi della maggior parte degli studi riguardano sicurezza ed efficacia (538 e 522 SC, rispettivamente), seguiti da utilizzo terapeutico (fasi IV o protocolli di accesso al farmaco e follow-up di sicurezza: 338 Sc) e farmacocinetica (259 SC). Nel complesso il nostro Paese detiene una quota pari al 17,2% della ricerca farmacologica rispetto all'Unione Europea, in linea rispetto agli anni precedenti. Fonte: http://www.agenziafarmaco.gov.it/it/content/rapporto-sulla-sperimentazione-clinica-dei-medicinali-italia

2017-12-28T02:26:04+00:00 19/01/2015|Categories: News & Eventi|Tags: , |

Politica dell’Agenzia Europea per i medicinali sulla pubblicazione dei dati clinici

Nel mese di ottobre 2014, il consiglio dell’Agenzia Europea per i medicinali (EMA) ha adottato il testo della nuova politica dell'Agenzia finalizzato ad aumentare ulteriormente la disponibilità dei dati provenienti dalle sperimentazioni cliniche sui farmaci autorizzati nell'UE: Politica EMA sulla pubblicazione dei dati clinici per i farmaci per uso umano Q&A sulla politica EMA sulla pubblicazione dei dati clinici per i farmaci per uso umano Questa nuova politica mira a garantire che tutti i report di studi clinici a sostegno di una domanda di autorizzazione all'immissione in commercio centralizzata siano sistematicamente resi pubblici una volta conclusa la procedura di regolamentazione di autorizzazione. Abilitando il pubblico ad accedere a questi dati, si auspica che queste misure contribuiranno ad aumentare la comprensione e la fiducia dei cittadini nel sistema di autorizzazione UE per i farmaci. Questo è il risultato di un'ampia fase di consultazione lanciata nel giugno 2013, quando l'Agenzia ha pubblicato il progetto di politica per una consultazione pubblica di tre mesi. Per ulteriori informazioni, si prega di visitare il sito web EMA.