Il nuovo piano d’azione sviluppato dall’EMA per supportare le piccole e medie imprese

Il nuovo piano d’azione sviluppato dall’EMA per supportare le piccole e medie imprese

Il 31 maggio 2017, l’Agenzia Europea per i medicinali, EMA (European Medicines Agency) ha pubblicato un piano d’azione per le piccole e medie imprese (PMI), che ha l’obiettivo di favorire l’innovazione e supportare le aziende nello sviluppo di nuovi farmaci ad uso umano e veterinario.

Il piano si basa sulle misure esistenti introdotte per sostenere le PMI (Regolamento della Commissione Europea (EC) No 2049/20005)  e affronta le sfide identificate dalle PMI nel report pubblicato dal’EMA in occasione del “Decimo anniversario delle Initiative delle PMI”.

Un punto chiave del piano d’azione è il rafforzamento della collaborazione tra le imprese e l’accademia, alla luce del suo ruolo nell’innovazione farmaceutica e della nuova rete di innovazione dell’UE (EU innovation Network), nonchè tenendo conto delnuovo quadro  dell’EMA per la collaborazione con  il mondo accademico.

Il piano fa riferimento a quattro aree chiave ed elenca una serie di nuove azioni:

  1. Consapevolezza delle iniziative delle PMI dell’EMA: Le azioni comprendono un impegno crescente con i protagonisti dell’ambito dell’innovazione farmaceutica come incubatori, università e investitori.

2.Formazione: le azioni comprendono la formazione per le PMI e l’Università, nonché l’espansione dell’ EU Network Training Centre.

  1. Supporto nello sviluppo di farmaci innovativi: le azioni prevedono la massimizzazione dell’utilizzo, da parte delle PMI, di strumenti normativi per sostenere lo sviluppo e l’accesso ai farmaci per bisogni medici non soddisfatti. Inoltre è prevista l’assistenza al mondo accademico e il rafforzamento della cooperazione tra partner europei nei progetti finanziati dall’UE.
  2. 4. Impegno con le PMI, con i partner europei e gli stakeholders: Le azioni consistono nel contribuire allo sviluppo della rete dell’innovazione dell’UE, alle iniziative europee che supportano le PMI e le start-up in relazione ai finanziamenti e agli oneri amministrativi (i futuri leader dell’Europa: Start-up e Scale-up initiatiative) e l’interazione con le autorità regolatorie internazionali.

L’EMA, attraverso l’Ufficio competente per le PMI, è sempre attenta e proattiva a supportare le imprese in tutte le fasi dello sviluppo del farmaco, fornendo assistenza regolatoria, finanziaria e amministrativa. Attualmente sono iscritte più di 1700 aziende presso l’Agenzia che opera nnei settori  umano e veterinario.

Il 31 maggio 2017, l’EMA ha pubblicato, inoltre, il suo report annuale sulle PMI (SME office 2016 annual report), fornendo una panoramica delle attività delle PMI nel 2016 ed evidenziando gli incentivi e le piattaforme che le PMI possono sfruttare per promuovere sviluppi innovativi e strategie regolatorie.

ativi e strategie regolatorie.

2017-12-16T11:13:05+00:00 07/08/2017|Categories: News|