Al via il progetto UE “SPASD – Strengthening the Capacity of Professionals Working in Schools with Children and Young People with ASD”

Al via il progetto UE “SPASD – Strengthening the Capacity of Professionals Working in Schools with Children and Young People with ASD”

Bucarest, 30 novembre 2017. Il nuovo progetto europeo “SPASD – Strengthening the Capacity of Professionals Working in Schools with Children and Young People with Autism Spectrum Disorder (ASD)” è stato avviato ufficialmente a Bucarest in Romania, il 30 novembre 2017.

Il progetto, finanziato nell’ambito del programma europeo H2020  (207-1-RO01-KA201-037459, Erasmus Plus – Strategic partnership program 2017) durerà 24 mesi ed è stato presentato da un consorzio coordinato dal partner rumeno Romanian Angel Appeal Foundation (RAA) che include oltre al coordinatore altri 4 partners: Universitair Medisch Centrum Groningen/Academisch Ziekenhuis (UMCG), Paesi Bassi, Consorzio per Valutazioni Biologiche e Farmacologiche (CVBF), Italia; Universitatea Babes Bolyai (UBB), Romania; Fundacja Synapsis, Polonia.

Il progetto SPASD è rivolto a insegnanti di scuola primaria e secondaria (di primo e secondo livello) quali principali attori in grado di combattere l’abbandono scolastico precoce e di aumentare l’integrazione scolastica dei bambini con disturbo dello spettro autistico (ASD). Il progetto è nato nell’ambito delle politiche europee e nazionali volte a promuovere le pari opportunità nell’accesso all’istruzione per tutti i bambini e l’integrazione dei bambini con disabilità nel sistema dell’istruzione fornendo loro un sostegno individuale e appropriato.

L’ASD non è più considerata una condizione rara ed è ormai noto che i livelli di funzionamento cognitivo degli individui con ASD coprono l’intera gamma, dalla disabilità intellettuale all’iperattività. Ciò nonostante, nei 4 paesi di provenienza dei partners (Romania, Polonia, Italia, Paesi Bassi) si riportano difficoltà nella gestione dei bambini con ASD in aula a causa delle scarse competenze degli insegnanti; risorse scolastiche limitate per formare gli insegnanti e fornire non solo strumenti di insegnamento adeguati ma anche servizi di supporto educativo; discriminazione.

Per superare queste difficoltà nell’ottica di un’educazione inclusiva, il progetto propone una serie di attività che rispondono ai seguenti obiettivi:

  1. Rafforzare le conoscenze e le abilità per gestire classi inclusive e affrontare realtà complesse per 800 insegnanti delle principali scuole dei 4 paesi attraverso corsi e-learning.
  2. Sostenere gli insegnanti di 12 scuole nell’acquisizione e miglioramento dell’utilizzo delle “Information and Communication Technologies” (ICT) nell’insegnamento ai bambini con ASD.
  3. Migliorare l’accesso degli insegnanti alla formazione di alta qualità attraverso 4 corsi e-learning che saranno diffusi presso più di 120 autorità scolastiche locali e nazionali.

Il progetto produrrà i seguenti quattro moduli e-learning (output intellettuale) dedicati agli insegnanti: O1) informazioni generali su ASD, comprensione e gestione del bambino con ASD in classe; O2) adattamento curriculare per studenti con ASD; O3) utilizzo delle “Information and Communication Technologies” (ICT) nell’insegnamento agli studenti con ASD; O4) passaggio dalla scuola alla vita adulta per studenti con ASD.

L’evento di lancio, svoltosi a Bucarest il 30 novembre 2017, ha rappresentato l’occasione per discutere dello sviluppo e accreditamento dei 4 moduli e-learning previsti dal progetto e della metodologia per le valutazioni iniziali e finali del progetto, delle attività di comunicazione e divulgazione da svolgere e dei meeting da organizzare. Tutti i partners erano presenti, dando l’opportunità a tutti i partecipanti di avere un incontro produttivo per comprendere nel dettaglio le attività e gli obiettivi del progetto.

2018-01-31T15:32:48+00:00 31/01/2018|Categories: News|