Formulazioni pediatriche e aziende: giornata conclusiva della Summer School SMART

Formulazioni pediatriche e aziende: giornata conclusiva della Summer School SMART

L’ultimo giorno della Summer School del progetto SMART, organizzato dal Consorzio Valutazioni Biologiche e Farmacologiche si sposta a Canosa di Puglia, presso la sede della Farmalabor, azienda pugliese nata nel 2001 con l’obiettivo di valorizzare e diffondere la cultura delle formulazioni galeniche. Per farlo, produce e commercializza materie prime (principi attivi ed eccipienti), packaging e attrezzature necessarie per la realizzazione di farmaci galenici da parte di farmacie, aziende ospedaliere e aziende farmaceutiche nazionali e internazionali.

La preparazione di specifiche formulazioni adatte ai bambini”, ha affermato Cosimo Altomare dell’Università di Bari, “è uno degli argomenti compresi nella Summer School dedicata a formare competenze nell’ambito dei farmaci pediatrici su cui il nostro dipartimento è in grado di contribuire in maniera significativa. Gli studenti, medici e farmacisti provenienti dalla Polonia nell’ambito del programma di scambio promosso e finanziato dalla Commissione Europea, potranno confrontarsi con gli aspetti pratici collegati al settore passando una giornata nei laboratori di un’azienda del territorio pugliese”.

Aver ospitato presso il nostro Centro Ricerche l’iniziativa legata al progetto europeo SMART ha un grande valore simbolico, per noi di Farmalabor”, sottolinea il Dott. Sergio Fontana, Amministratore unico dell’azienda e Presidente della sezione sanità, Zona Territoriale di Confindustria BARI e BAT. ”E’ la dimostrazione che istituzioni ed aziende, enti di ricerca e comunità sono alleate nel perfezionamento dell’attività delle formulazioni galeniche e nella sua diffusione. Inoltre, attraverso la condivisione di esperienze, abbiamo avvicinato medici e farmacisti, che hanno potuto toccare con mano le opportunità legate al mondo della medicina personalizzata”.

Dedicato al tema delle formulazioni pediatriche, la giornata di chiusura punta i riflettori sull’importanza del concetto che la forma farmaceutica e il dosaggio dei medicinali pediatrici devono tenere conto delle caratteristiche peculiari delle diverse fasce di età, per garantire sempre più l’utilizzo del medicinale con il profilo di efficacia e sicurezza più idoneo. La formulazione farmaceutica, cioè la forma finale che avrà il farmaco in commercio rappresenta, infatti, un punto critico perché una formulazione non correttamente progettata può essere causa di insuccesso terapeutico di un principio attivo.

Inoltre, la nuova normativa europea in materia di formulazioni pediatriche obbliga le aziende farmaceutiche a sviluppare  prodotti mirati e sperimentazioni dedicate per l’età pediatrica, che devono essere descritte nel dettaglio all’interno del Piano d’indagine pediatrica (PIP)” commenta la dott.sa Viviana Giannuzzi, responsabile del settore regolatorio e procedure etiche della Fondazione per la Ricerca Farmacologica Gianni Benzi Onlus che accompagna gli studenti nel loro percorso formativo.

2017-12-16T12:30:07+00:00 26/09/2017|Categories: Comunicati stampa, News & Eventi|